• slide1

     

  • slide2

     

  • slide3

  • slide4

ISCRIZIONE ALLA NEWS LETTER DELLA PARROCCHIA

Adorazione eucaristica in occasione del Giubileo

Ogni 1° Mercoledì del mese, la comunità si riunirà in preghiera, per l'adorazione eucaristica in occasione del Giubileo. Siete tutti invitati è un'occasione, per non vivere il Giubileo, come semplice fatto.

Il Fuoco del Suo Amore ti Guarirà

  
Carissimi amici,
il fuoco di Dio possa, in questo cammino verso la pasqua del Signore, riscaldare ogni vostro passo e guarire ogni vostra ferita. In questo periodo cosi intenso e stra ordinario vorrei condividere con voi alcuni pensieri che in questo anno il Signore ha suscitato nel mio cuore. Spesso ci capita di vivere dei momenti che sembrano indecifrabili e senza senso; nel viaggio della vita, pur essendo un'avventura straordinaria, non sempre si possono evitare ostacoli e soste imposte da eventi e circostanze varie. L'incontro con l'esperienza del dolore, del limite, della sofferenza; del sentirsi inadeguati mette spesso dentro il cuore tanta tristezza e rabbia che rischiano di fermare per tanto tempo il nostro viaggio in mezzo a deserti aridi e senza vita. Tante sono le cause dei nostri deserti; alcune non dipendono da noi e non possiamo nemmeno sottrarci a esse: allora bisogna trovare la forza di darvi un senso, di gestirle con la forza della fede in Dio. Ci sono però delle cause che producono de serti pericolosi nella vita di una persona e che provengono dalle nostre scelte di peccato: spesso la causa di tanti disagi e sofferenze sta dentro il cuore di ciascuno di noi. Tante scelte che si fanno non sono nella verità e, a poco a poco, portano alla morte; all'inizio sembrano soddisfare ma poi rendono schiavi e tolgono la gioia di quello che si è. Molti vivono esperienze di scelte che portano a dipendenze pericolose; quando parliamo di peccato sottovalutiamo le conseguenze che porta. Siamo davvero tanto superficiali, davvero il peccato porta a una morte atroce. Oggi mi voglio rivolgere soprattutto ai giovani: spesso ho visto tanti di voi che all'inizio, per scherzo, hanno ini ziato ad abusare delle loro relazioni affettive consumandole in esigenze sessuali frenate e senza regole. Per molti è normale tradire la propria ragazza o il proprio uomo, motivando la scelta con la necessità di far più esperienze possibili. Davvero tutto ciò porta a non avere più dignità per se stessi, a non innamo rarsi più seriamente ma a vedere l'altro solo come oggetto del proprio piacere. E succede, senza. accorgersene, che queste scelte a poco a poco uccidono dentro e inducono a perdere il gusto della vita; la scelta di cancellare Dio dal proprio cuore porta a vivere nelle tenebre. Per questo motivo si sente poi il bisogno di evadere, di costruirsi mondi virtuali che soddisfano i propri bisogni; ma è solo illusione e alla fine ci si ritrova in una profonda solitudine! Viviamo in un mondo dipendenti spesso da internet, crediamo di superare i deserti della nostra solitudine attraverso la via della virtualità ma alla fine ci perdono in relazioni fragili e banali e, a volte purtroppo portano a mille perversioni o rapporti falsi restando poi soli in una amara esperienza: non essere stati mai amati! La domanda centrale rivolta propria a Lui. al nostro gestore, quanto siamo nei deserti Lui davanti a tutta questa movenza che ci procuriamo cosa dice? È indifferente? La risposta la troviamo dentro le pagine della Scrittura laddove si deve il volto di un Dio che si commuove, che si rivela, che sta in ansia vedendo i suoi Figli perdersi nei tunnel dei dolore Gesù addirittura piange più volte di fronte alla scienza e all'uomo che si perde! La risposta per uscire fuori dai nostri deserti ce la offre proprio Lui, che ci invita a rompere con ogni legame e compromesso con i male; è Lui che ancora oggi volge a ogni figlio lo sguardo della tenerezza che guarisce ogni ferita e cancella ogni peccato e fa sperimentare a tutti quelli che lo incontrano sulla propria strada, che nulla è perduto per sempre perchè il fuoco dei suo amore ti guarirà. In questo anno santo dei Giubileo ognuno di noi è chiamato a sperimentare l'amore di Dio che guarisce ogni ferita: in questo anno lasciati amare da Lui
Buon cammino.
p. Calogero

san-vincenzo